fbpx
5 1 vote
Vota questo articolo

Risparmio energetico e detrazioni

Informazioni utili e pratiche sul tuo climatizzatore

Risparmio energetico e detrazioni

Informazioni utili e pratiche sul tuo climatizzatore

L’ecobonus del 2020 ti offre, se aquisti un climatizzatore nuovo puoi risparmiare grazie alle detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di efficienza energetica.

Tutti i lavori realizzati entro il 31 dicembre 2017 ti faranno risparmiare con il ecobonus del 65%.

Questa vantaggiosa detrazione fiscale è prevista per l’acquisto di climatizzatori nuovi con pompa di calore che forniscono sia raffreddamento che riscaldamento dei tuoi ambienti, ma solo a condizione che siano ad alta efficienza e che siano stati acquistati per sostituire l’impianto di riscaldamento esistente.
Sono detraibili tutte le spese che riguardano i lavori di installazione dei condizionatori, anche quelle di progetto e amministrative. Per questo tipo di intervento il limite di spesa detraibile è di 30mila euro (cioè il 65% di una spesa di 46.154 euro).

Per chi è prevista la detrazione fiscale e per quali edifici?

È prevista sia per persone fisiche che per aziende e per interventi su edifici di qualsiasi categoria catastale, purché esistenti e già dotati di un impianto di riscaldamento.

In cosa consiste la detrazione fiscale

Come riportato sul sito dell’Agenzia delle Entrate l’agevolazione fiscale consiste in una detrazione dall’Irpef o dall’Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.
In particolare, la detrazione, che è pari al 65% per le spese sostenute dal giugno 2020 al 31 dicembre 2021, è riconosciuta se le spese sono state sostenute per:
1.la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi)
2.l’installazione di pannelli solari
3.la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.
Va segnalato che:
dal 1 gennaio 2018 il beneficio sarà del 36%, cioè quello ordinariamente previsto per i lavori di ristrutturazione edilizia
la detrazione deve essere ripartita in dieci rate annuali di pari importo
le spese sostenute prima del 6 giugno 2013 fruivano della detrazione del 55%
è aumentata dal 4 all’8% della percentuale della ritenuta d’acconto sui bonifici che banche e Poste hanno l’obbligo di operare all’impresa che effettua i lavori.

 

L’ecobonus del 2020 ti offre, se aquisti un climatizzatore nuovo puoi risparmiare grazie alle detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di efficienza energetica.

Tutti i lavori realizzati entro il 31 dicembre 2017 ti faranno risparmiare con il ecobonus del 65%.

Questa vantaggiosa detrazione fiscale è prevista per l’acquisto di climatizzatori nuovi con pompa di calore che forniscono sia raffreddamento che riscaldamento dei tuoi ambienti, ma solo a condizione che siano ad alta efficienza e che siano stati acquistati per sostituire l’impianto di riscaldamento esistente.
Sono detraibili tutte le spese che riguardano i lavori di installazione dei condizionatori, anche quelle di progetto e amministrative. Per questo tipo di intervento il limite di spesa detraibile è di 30mila euro (cioè il 65% di una spesa di 46.154 euro).

Per chi è prevista la detrazione fiscale e per quali edifici?

È prevista sia per persone fisiche che per aziende e per interventi su edifici di qualsiasi categoria catastale, purché esistenti e già dotati di un impianto di riscaldamento.

In cosa consiste la detrazione fiscale

Come riportato sul sito dell’Agenzia delle Entrate l’agevolazione fiscale consiste in una detrazione dall’Irpef o dall’Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.
In particolare, la detrazione, che è pari al 65% per le spese sostenute dal giugno 2020 al 31 dicembre 2021, è riconosciuta se le spese sono state sostenute per:
1.la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi)
2.l’installazione di pannelli solari
3.la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.
Va segnalato che:
dal 1 gennaio 2018 il beneficio sarà del 36%, cioè quello ordinariamente previsto per i lavori di ristrutturazione edilizia
la detrazione deve essere ripartita in dieci rate annuali di pari importo
le spese sostenute prima del 6 giugno 2013 fruivano della detrazione del 55%
è aumentata dal 4 all’8% della percentuale della ritenuta d’acconto sui bonifici che banche e Poste hanno l’obbligo di operare all’impresa che effettua i lavori.

 

RICHIEDI INFORMAZIONI

 

Se intendi dare il consenso solo ad alcune delle finalità sopra indicate clicca qui.

 

Salve, Ho un condizionatore vecchio che dovrei sostituire e vorrei sapere quale potrebbe essere il costo di un climatizzatore Artel in offerta? Potete inviare un preventivo?

Andrea

Gentile Signor Andrea, grazie per il suo interesse per i climatizzatori Artel. Per richiedere un preventivo corretto è necessario prenotare un sopralluogo gratuito senza obbligo di acquisto. 

Servizio clienti Artel

Vuoi saperne di più?

Poni una domanda al nostro servizio clienti

5 1 vote
Vota questo articolo
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Artel

Fondata nel 1981 Artel sviluppa una trentennale esperienza tecnica e commerciale nel settore del trattamento dell’aria, in particolare stufe, termostufe, caldaie a pellet e condizionatori.

 

Seguici sui social

Dove Siamo

Via delle Arti e dei Mestieri 20

San Vito di Leguzzano – VI – 36030

Tel: 0445612050

info@clima-artel.it

0
Vuoi saperne di più? Invia la tua richiestax
()
x